L'estrazione a sorte

Palio di SienaLa fortuna gioca un ruolo di primo piano, sia durantre la gara che prima di questa: poichè possono partecipare solo dieci fantini, ogni anno le contrade si riuniscono per tirare a sorte la loro partecipazione. I partecipanti estraggono i cavalli e le posizioni di partenza.

I fantini invece sono convocati sulla base della lealtà, del prezzo, delle gratifiche: sono dei veri e propri mercenari, a disposizione del miglio offerente. E' così che solo alcune contrade si aggiudicano i cavalli migliori e i fantini più bravi, le altre cercheranno intutti i modi di vincere tramite intrighi, complotti e creando confusione generale prima e durante la gara.

L'unica regola della corsa è che i fantini non possono interferire con le redini degli altri. Capita molto spesso che alcune contrade cerchino di corrompere dei fantini per fargli perdere la corsa, meglio se sono della contrada rivale, o che frustino un rivale o il suo cavallo. E' noto che a volte le contrade abbiano drogato un cavallo o teso un agguato a un fantino prima della gara.

Tutto questo non fa che aumentare la suspance della gara e accrescere l'entusiasmo tra la folla che assiste impaziente l'inizio dello spettacolo.